06 Set

Allievi in stage sul set di Konchalovsky

Pochi giorni dopo il suo ottantesimo compleanno, il Maestro Konchalovsky (Leone d’argento alla Mostra del cinema di Venezia1) ha iniziato le riprese di “Il Peccato“, film sulla vita di Michelangelo Buonarroti.

La Scuola Nazionale di Cinema Indipendente, dopo aver ospitato gli “street-casting” del film, è orgogliosa di avere alcuni allievi del corso di Regia/”Tecnico delle riprese e montaggio”, come stagisti sul set (nei reparti: regiaelettricisti e macchinisti).

Proprio in merito ai casting e, di conseguenza, agli attori scelti, Konchalovsky ha dichiarato: “Pochi attori, nel film ci sarà soprattutto gente presa dalla strada. Metà del cast arriva da Carrara: facce fantastiche, personalità forti […] Questi luoghi hanno una storia di indipendenza e facce meravigliose. E poi è un piacere avere a che fare non con attori ma con gente che lavora davvero il marmo: scalpellini, marmisti…2.

Il desiderio del regista, di voler raccontare la vita di un artista e del suo periodo storico è sempre stato vivo da anni. “La scintilla è scattata leggendo il sonetto che Michelangelo invia a Strozzi, ‘Caro m’è ‘l sonno e più l’esser di sasso, mentre che ‘l danno e la vergogna dura…’. Queste due parole, il tradimento e la vergogna mi hanno dato la voglia di capire perché Michelangelo era così pessimista nei confronti del suo periodo storico. È iniziato un viaggio di ricostruzione, degli intrighi politici e storici, della sua vita e del mondo in cui è immerso. Non sono un regista che abbraccia il romanticismo cinematografico, sono più interessato all’odore: dove non c’è odore, non c’è vita. E così mi sono immerso nei fantastici colori, odori, animali, abiti, abitudini per restituire la vita vera di quei tempi durissimi e crudeli3.

Vedi anche:

 

 

 

 

 

1 Alla Mostra del cinema di Venezia vince il Leone d’Argento per la miglior regia con “The Postman’s White Nights” (2014) e con “Paradise” (2017). Nel 2002, sempre nell’ambito del festival di Venezia, vince il Leone d’oro – Gran Premio della Giuria con “Dom Durakov – La casa dei matti”.
2 Da un’intervista di Arianna Finos; www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2017/08/14/news/andrei_konchalovsky_porto_sullo_schermo_la_vita_di_michelangelo_-173009523/ 
3 Ivi.